dormire bene con la posizione corretta

Le posizioni corrette per dormire bene

Dormire bene vuol dire adottare una posizione corretta durante il riposo.

Questo è fondamentale per affrontare al meglio la giornata, oltre che per mantenere una buona postura necessaria per il benessere della colonna vertebrale.

Ma come dormire bene?

Durante la notte è possibile assumere varie posizioni ma anche seguire alcuni consigli per dormire meglio e più rilassati.

La scelta del giusto materasso si rivela abbastanza importante per sciogliere la tensione muscolare, favorire la circolazione del sangue ed evitare diversi disturbi fisici e dell’umore.

Dormire bene per una buona salute fisica e mentale

Quando nel corso della notte si assumono posizioni errate è normale svegliarsi con un forte mal di schiena, oltre che di cattivo umore.

Bisogna infatti considerare che il riposo è determinante per il benessere fisico e mentale.

Gli effetti positivi si ottengono quando è possibile rilassare nello stesso tempo collo, spalle e schiena.

Occorre precisare, tuttavia, che le posture per garantire un sonno ristoratore sono comunque legate a diversi fattori, come ad esempio la qualità del materasso utilizzato.

La conformazione fisica e la presenza di eventuali patologie possono inoltre incidere sul dormire serenamente, senza poi dover avvertire fastidiosi dolori al risveglio o eccessiva stanchezza.

Per poter dormire bene sono da non trascurare anche le cattive abitudini giornaliere, come ad esempio riposare all’interno di un ambiente con una temperatura elevata o fredda, assumere alcolici, mangiare cibi pensati o utilizzare dispositivi elettronici prima di chiudere gli occhi.

Il materasso ha un ruolo importante nel sonno

Come dormire bene e svegliarsi riposati

Prima di capire cosa fare per dormire bene è bene fare alcune precisazioni.

Una colonna vertebrale in salute presenta la forma di una “S” e le curve non sono rigide ma si modificano in modo fluido, in modo da permettere al corpo di adottare varie posizioni, sia durante il giorno e sia nel momento in cui si avverte la necessità di riposare.

Le posizioni da assumere sono diverse e in ogni caso è bene adottare alcuni accorgimenti.

Dormire sulla schiena

Tutti coloro che dormono con le mani lungo i fianchi e a pancia in su riescono a distribuire in maniera omogenea il peso su tutta la superficie del corpo, così da minimizzare i vari punti pressione. Allo stesso tempo si ottiene l’allineamento di testa, collo e colonna vertebrale.

Per raggiungere maggiore comfort è anche possibile mettere un cuscino sottile sotto le ginocchia, specialmente quando si soffre di lombalgia e bisogna rilassare i muscoli presenti nella zona bassa della schiena.

Dormire di fianco

Chi è abituato a dormire di fianco dovrà fare attenzione e allineare la spina dorsale e per questo si può tenere un cuscino fra le gambe.

Dormire di fianco aiuta anche a russare meno, mentre le donne in gravidanza potranno favorire la circolazione del sangue.

Dormire in posizione fetale

Molte persone dormono su un fianco, con le gambe rannicchiate e le braccia piegate, in modo da tenere le ginocchia vicine al petto.

Questa posizione, nota come fetale, aiuta ad allungare le vertebre della colonna e offre sollievo in caso di ernie discali.

Il consiglio è quello di allungare le braccia per contrastare dolori articolari a carico dei gomiti.

Dormire in posizione prona

Quando si dorme a pancia in giù la testa sarà spesso girata da un lato con conseguente stress per il collo.

Questa è una posizione che bisogna evitare specie in caso di problemi alla cervicale.

In ogni caso posizionando un cuscino basso sotto la pancia si riesce ad allineare la colonna vertebrale e a riposare meglio.

In alternativa si può sempre dormire con la testa dritta appoggiando la fronte su un asciugamano arrotolato per poter respirare senza alcuna difficoltà.

la posizione del corpo è fondamentale

Dormire bene per vivere meglio

Una posizione scorretta quando si dorme a lungo andare può provocare danni specialmente all’apparato muscolare e scheletrico.

Nel momento in cui si adottano posizioni scomode è inevitabile svegliarsi spossati e stanchi, con tutta una serie di sintomi che vanno dal mal di schiena fino alla rigidità muscolare.

Dormire bene vuol dire contrastare:

  • cervicalgia
  • dolori alla schiena
  • mal di testa
  • rigidità muscolare
  • disturbi muscolo-scheletrici
  • problemi digestivi
  • bruciori allo stomaco

Cambiare abitudini dannose si può, per questo è bene prestare massima attenzione alla postura che si assume, svolgere regolare attività fisica e curare l’alimentazione.

Cosa fare per dormire bene

Quando il materasso è oramai obsoleto e non più adatto alle specifiche esigenze bisogna correre ai ripari e sostituirlo con un modello nuovo, anatomico, realizzato con materiali di qualità traspiranti.

Esistono diversi tipi di materassi sui quali concentrare la scelta per poter dormire bene e fra questi spiccano le versioni in water foam, memory breeze fresh, poliuretano espanso indeformabile e memory foam.

Al materasso bisogna poi cuscini e reti, che rispettano le proprie caratteristiche fisiche e le abitudini.

La linea proposta oggi da Linea Riposo Montblanc è in grado di soddisfare esigenze diversificate ed è in grado di garantire alla colonna vertebrale un supporto omogeneo.

Materasso, rete e cuscino diventano un tutt’uno per un’esperienza di riposo unica e che punta al benessere.