Materasso memory quale scegliere per dormire bene

Materasso memory quale scegliere per dormire bene

 

Perché cambiare materasso e scegliere un memory foam per dormire bene

Molte persone al mattino, appena alzate, lamentano cefalea, cervicale, mal di schiena e sono sempre stanche.
Ciò accade, spesso, perché i sistemi letto sono vetusti e inadeguati alle loro esigenze: è giunto perciò il momento, per due diversi buoni motivi, di cambiare il proprio materasso.

  • Tutela della salute: dormire su una superficie non idonea può causare dolori articolari.
  • Igiene: il piano di riposo cattura, con il passare del tempo, acari e batteri, che possono determinare svariate forme allergiche.

Il mercato offre molteplici soluzioni con differenti caratteristiche: alcuni prodotti sono più rigidi e altri più morbidi, ma il materasso migliore rimane quello ergonomico, realizzato solitamente in memory foam.

Caratteristiche e benefici del materasso memory foam

I materassi foam sono formati da più strati sovrapposti tra loro: quello inferiore, a contatto con le doghe, costituisce la base rigida ed è realizzato in poliuretano espanso, mentre la parte superiore, termosensibile, è composta da un materiale visco-elastico.

Tale associazione consente al sistema letto di adattarsi perfettamente alla forma del corpo per riacquistare, poi, la conformazione originaria quando il soggetto si alza.

I benefici apportati dal materasso memory foam sono innumerevoli.

  • La deformazione, che si sviluppa per effetto del calore corporeo, azzera i punti di contatto e dona massimo comfort.
  • La temperatura interna dell’individuo si mantiene costante per tutta la durata del sonno.
  • Il materasso memory foam, nonostante la struttura sintetica, consente la traspirazione cutanea: i minuscoli fori che lo caratterizzano favoriscono, infatti, la circolazione dell’aria, eliminando l’umidità in eccesso.
  • I materassi memory foam sono anallergici e antiacaro.
  • I materassi memory foam sono leggeri da trasportare, duraturi nel tempo e richiedono poca manutenzione.

Risultano, perciò, essere l’ideale per tutti coloro che soffrono di disturbi a carico del rachide e del sistema circolario o, più semplicemente, desiderano dormire bene.

scegliere un materasso memory foam per dormire bene

Guida all’acquisto di rete e materasso

L’acquisto di un materasso memory foam matrimoniale o singolo richiede l’attenta valutazione di due parametri.

  • L’altezza non deve superare i 30 cm: ciò permette allo strato più profondo di adattarsi alla superficie di appoggio del piano di riposo.
  • La composizione deve essere tale per cui il materasso si possa definire ecologico: al suo interno devono, quindi, essere presenti non solo materiali sintetici, come il poliuretano, ma anche sostanze naturali come la soya. Il prodotto finale si adegua, così, alle variazioni climatiche e garantisce un maggior grado di traspirazione cutanea.

È, invece, necessario che la rete sia composta da alcuni elementi fondamentali.

  • Doghe a maglia stretta in modo tale che il peso del corpo possa essere distribuito su più punti di appoggio, assicurando così un supporto uniforme.
  • Guaine ammortizzanti e cursori di rigidità risultano, invece, molto utili nei primi tempi, quando prendere sonno su un nuovo sistema letto può non essere semplice.

I materassi in memory foam Mont Blanc Linea riposo per dormire  bene

Dormire un numero sufficiente di ore è essenziale per ritrovare le energie spese nell’arco della giornata, ma ciò che fa veramente la differenza è la qualità del sonno.

La Linea Riposo’ Mont Blanc, sinonimo di materassi di alto livello, racchiude in un unico prodotto materiali traspiranti dalle eccellenti prestazioni, ioni d’argento e tessuti molto elastici.

Dolori articolari, fibromialgia e mal di schiena saranno solo un brutto ricordo grazie ai sistemi letto offerti: Memory Breeze Fresh, Water Foam e Memory Foam sono stati, infatti, studiati per rispondere alle esigenze della più ampia clientela.

Lascia un commento